ASPIRATORI E CAPPE PER LABORATORIO

La presenza di aspiratore per polveri e di cappa adeguata alla tipologia delle varie preparazioni da effettuare, è ormai necessaria.
L’aspiratore per polveri, ricordiamo, è anche obbligatorio (tab. 6 FU ) e deve rispondere a determinate specifiche in conformità al parere espresso dalla Commissione permanente di FU che ha precisato, su esplicita richiesta di chiarimento:
“L’obbligo di detenere un Sistema di aspirazione per polveri, introdotto nella Tabella 6 della FU, deriva dalla necessità di evitare fenomeni di contaminazione particellare durante l’allestimento in Farmacia, di preparazioni passibili di produrre polveri quali compresse, capsule, tisane e bustine. Sotto il profilo tecnico, l’abbattimento di polveri può essere realizzato con diverse modalità quali, a titolo indicativo, un’attrezzatura aspirante chiusa “a cappa” o tipo “gIove box” oppure una cappa aperta in grado di aspirare le particelle di polveri dal basso, dall’alto o lateralmente sfruttando eventualmente la mobilità di un tubo aspirante direzionabile. In questo modo vengono garantite condizioni di sicurezza per gli operatori e bassi livelli di inquinamento ambientale”

Ma occorre comunque disporre di un adeguato aspiratore, indipendentemente dall’obbligatorietà, che protegga l’operatore da polveri ed eventualmente vapori.
Necessaria anche, a protezione dell’operatore, una adeguata cappa di sicurezza qualora si manipolino sostanze contrassegnate da simboli di pericolosità, secondo GHS.

Diversi i tipi disponibili in commercio.

Visualizzazione di tutti i 2 risultati